.. Homepage: Coronavirus Veneto, Zaia in DIRETTA Facebook. Mascherine in consegna: dove trovarle. «Ordinanze restrittive in arrivo: stop corsette e passeggiate» ..

amazon italia

Cerca nel blog

Coronavirus Veneto, Zaia in DIRETTA Facebook. Mascherine in consegna: dove trovarle. «Ordinanze restrittive in arrivo: stop corsette e passeggiate»

Coronavirus Veneto, Zaia in DIRETTA Facebook. Mascherine in consegna: dove trovarle. «Ordinanze restrittive in arrivo: stop corsette e passeggiate»

Coronavirus in Veneto. Il punto di Luca Zaia oggi, 19 marzo 2020. Ecco cosa ha detto il presidente della Regione Veneto durante l'incontro in diretta Facebook. Zaia ha annunciato l'arrivo di ordinanze restrittive da parte della Regione, qualora il governo non decida di emanarne prima: la firma dell'ordinanza del Veneto potrebbe essere già domani.
Anche ragazzi intubati in terapia intensiva
«Non facciamoci ammaliare da questo sole, questo è un sole cattivo, che ci fa ammalare: restate a casa. Se piovesse rischieremmo meno la vita». «I numeri sono da paura: stiamo riempiendo i nostri ospedali di malati di coronavirus. Se non si sta a casa noi a fine mese rischiamo di avere le terapie intensive piene e abbiamo ragazzi in terapia intensiva intubati».
I numeri del contagio in Veneto
Sale ancora il numero delle persone contagiate dal Covid-19 nella nostra regione: il totale registrato questa mattina è a 3.484 casi positivi, 100 in più rispetto a ieri alle 17. Due nuove vittime del virus a Oderzo e Vicenza. Impressionante il numero dei cittadini in isolamento domicilare perché trovati positivi al tampone o venuti in contatto con soggetti contagiati: 10.124 persone sono costrette a restare in casa, non possono uscire per alcun motivo... (LEGGI IL BOLLETTINO)
Picco del contagio previsto per il 15 aprile, cosa vuol dire?
«​Il picco del 15 aprile ci dà un dato di picco massimo di stress della sanità del Veneto», ha detto Zaia.
La raccolta fondi del Gazzettino per l'Ospedale di Padova - Come fare una donazione
 

Coronavirus in Veneto, Zaia in diretta Facebook

Giro di vite in arrivo presto
«Ordinanze restrittive rispetto a passeggiate e corsette, mi dispiace ma ne prevedo, l'alternativa sono contagi e terapie intensive. Spero che il governo decida di chiudere i negozi rimasti aperti la domenica. Non per limitare la libertà dei cittadini, ma in questo momento l'amministratore è richiamato a fare scelte per la comunità, perché oggi dobbiamo tutelare la libertà alla salute. I modelli matematici, purtroppo, sono anche oggi rispettati». 
«Non si pensi che qui l'emergenza finisce quando arriva l'ultimo paziente, io credo che debba esserci una norma per tutti, se non ci sarà la adotteremo noi: se il governo non decide presto, domani firmo un'ordinanza».
Cosa deve fare chi è all'estero
A chi è all'estero: se riuscite mettetevi in isolamento totale e restate dove siete, non vi avventurate, potreste arrivare già contagiati. In tanti mi scrivono nella speranza di poter tornare in Veneto. La nostra Sanità, tanto denigrata, si è dimostrata quello che è: tutti vogliono tornare a curarsi a casa.
Le aziende, sicurezza e chiusure
Se non le faremo chiudere noi, credo che chiuderanno da sole presto. Ma ci sono anche le aziende delle filiere strategiche che non devono assolutamente chiudere. Certo la chiusura delle frontiere metterà a repentaglio le nostre ditte.
Il documento degli anestesisti
Un documento degli anestesisti spiega come si dovrebbero comportare in uno scenario estremo: dover scegliere quali pazienti "salvare". Zaia precisa: «Deve esserci sempre posto per i pazienti, finché ci sono io si ragiona così, senza differenze di età, sesso, religione ecc... Il Veneto non dà mandato di lasciare indietro nessuno».
Anziani in tabaccheria a giocare al Lotto: rischio contagio
«Sto preparando uno spot sul Coronavirus, chissa che vedendoli i veneti capiscano che una partita al Lotto la si può anche saltare».

Nessun commento:

Posta un commento