recent
ultime post

Trova lavoro

Corona.. La Gran Bretagna non imporrà un certificato sanitario, lo Yemen registra il secondo bilancio più grande e la Cina chiude una città per contenere il virus

 La Gran Bretagna ha annunciato di aver rinunciato all'obbligo dei propri cittadini di esibire un certificato sanitario attestante di aver ricevuto un vaccino contro il virus Corona, e mentre le autorità cinesi hanno chiuso una città del sud del Paese per fermare la diffusione dell'epidemia in it, lo Yemen ha registrato il secondo maggior numero di feriti e morti dall'inizio della pandemia.



Il ministro della Sanità britannico Sajid Javid ha annunciato oggi, domenica, che il governo ha abbandonato il suo piano di imporre un certificato sanitario per entrare nei locali notturni e in altri luoghi affollati del paese.

Javid ha attribuito la decisione al successo della campagna di vaccinazione contro il Corona virus, ma non ha escluso di imporre nuovamente un certificato di vaccinazione qualora si registrasse un aumento del numero di contagi da HIV.


Secondo l'Associated Press, i membri del partito conservatore al governo britannico si sono opposti all'imposizione di un certificato di vaccinazione, considerandolo una violazione dei diritti dei cittadini.

Il ministro britannico ha dichiarato che questa settimana il primo ministro Boris Johnson definirà i piani per la gestione dell'epidemia da parte del paese durante i prossimi mesi più freddi, osservando che il governo potrebbe revocare alcune restrizioni facendo affidamento sui vaccini.


La vicina Francia sta assistendo a manifestazioni settimanali che denunciano la decisione del governo di obbligare i cittadini a mostrare un certificato sanitario, e la Francia e altri paesi europei obbligatori applicano il certificato di vaccinazione in modo diverso.


Anche in Europa l'Italia ha registrato oggi oltre 4.600 nuovi feriti e 34 morti, in calo rispetto al bilancio del giorno precedente.


Per quanto riguarda la Russia, per il secondo giorno ha registrato più di 18.000 feriti e circa 800 morti in più, in mezzo a un'epidemia diffusa del mutatore "delta".


Cina e altre parti del mondo

In Cina, le autorità della città di Putian, nella provincia del Fujian (sud del Paese), hanno chiesto ai residenti di non lasciare la città oggi, domenica, nel tentativo di contenere l'epidemia del virus Corona.


Le autorità hanno smesso di far circolare treni e autobus e hanno chiuso cinema, bar e altre strutture.


Secondo il Comitato sanitario nazionale, nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 19 casi di virus, ritenuti locali.


Sebbene la Cina abbia annunciato dall'inizio del 2020 di aver controllato l'epidemia di Corona, ha dovuto affrontare un focolaio del virus in alcune aree e le autorità affermano che la maggior parte dei casi proviene dall'estero.


Sempre in Asia, l'Indonesia ha registrato circa 3.800 nuovi casi di virus, il bilancio più basso da metà maggio, e 188 morti, il bilancio più basso da metà giugno, e i contagi annunciati sono diminuiti nella capitale giapponese, Tokyo.


Mentre l'India ha registrato 28mila nuovi casi di virus e 388 decessi, in netto calo rispetto ai mesi scorsi, l'Iran ha registrato più di 20mila contagi e 487 decessi.


In America Latina, il Messico ha registrato più di 12mila feriti e 675 morti, mentre il Brasile ha registrato più di 14mila feriti e 712 morti.


E negli Stati Uniti, che nelle ultime settimane hanno visto un aumento dei contagi e dei decessi per il virus, il Chief Medical Officer Vivek Murthy ha dichiarato oggi, domenica, che il presidente Joe Biden annuncerà nuovi passi per rallentare la diffusione dell'epidemia prima degli Stati Uniti. Riunione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, che inizia martedì prossimo.

Secondo un conteggio Reuters, il numero di infezioni da HIV nel mondo ha superato i 224 milioni e il numero di morti ha superato i 4,8 milioni.

paesi arabi

Nel mondo arabo, il Comitato nazionale di emergenza per affrontare Corona del governo yemenita ha dichiarato oggi, domenica, che 56 nuovi casi di corona e 15 morti sono stati registrati nel secondo più grande bilancio delle vittime ufficiale del virus durante la terza ondata in meno di due settimane, rispetto ai 52 feriti e 8 morti di ieri, sabato.

Oggi, domenica, l'Iraq ha contato più di 3.500 nuove infezioni e 51 ulteriori decessi a causa del virus.


A sua volta, l'Arabia Saudita ha registrato oggi 80 feriti e solo 8 morti.


Mentre l'Autorità Palestinese ha annunciato di aver contato 1.600 feriti e 18 morti, l'Egitto ha registrato ieri, sabato, 458 feriti e 13 morti, un aumento rispetto al bilancio del giorno precedente.


Fonte: Al Jazeera + agenzie

Reactions:
Corona.. La Gran Bretagna non imporrà un certificato sanitario, lo Yemen registra il secondo bilancio più grande e la Cina chiude una città per contenere il virus
fiera uccelli

Commenti

Non ci sono commenti
Posta un commento
    google-playkhamsatmostaqltradent