trading

Sono stato infettato dal virus Corona, poi ho fatto il vaccino e poi sono stato contagiato di nuovo.. questa è la mia storia

Home page

 Una persona può essere infettata dal coronavirus emergente "Covid-19", quindi ricevere il vaccino e quindi essere nuovamente infettato? E quanto sono gravi i sintomi che si verificano quando vengono infettati dal virus Corona dopo aver ricevuto il vaccino per "infezione da rottura"? Come si può ripristinare l'olfatto dopo un infortunio? Le risposte sono in questo rapporto.


Il termine Infezioni rivoluzionarie significa che una persona che ha ricevuto il vaccino Corona si ammala.




La prima domanda nasce da un'esperienza personale, in quanto nel mese di settembre 2020 io e la mia famiglia siamo stati contagiati dal Corona, e quando abbiamo effettuato i test il risultato è stato positivo per due familiari, ma questo si spiega con il fatto che i livelli del virus non erano aumentati per apparire nell'esame perché l'infezione era nella sua infanzia. Nei giorni successivi - durante i quali siamo stati in quarantena per due settimane - abbiamo sviluppato sintomi, che andavano da:


Stanco

Sintomi digestivi come coliche e diarrea

febbre

Per grazia di Dio, ci siamo ripresi.


Successivamente abbiamo ricevuto una vaccinazione. Ma lo scorso agosto abbiamo preso il virus in famiglia una seconda volta e tutti, tranne uno, sono risultati positivi. Abbiamo sviluppato sintomi che variavano da persona a persona, ma erano più forti della prima infezione e includevano:


Più stanco della prima volta

Perdita completa dell'olfatto e del gusto

Febbre

dolore muscolare

Sintomi nasali come naso che cola e starnuti

Tutti questi sintomi erano più gravi della prima infezione.


Quello che è successo con noi fa luce sulla questione della possibilità che una persona contragga la corona, poi riceva una vaccinazione e poi venga nuovamente infettata. In questo rapporto, discuteremo gli ultimi dati scientifici su questo. Parleremo anche del ripristino dell'olfatto dopo l'infezione, problema di cui abbiamo sofferto maggiormente nella seconda infezione:


Una persona può essere infettata dal virus Corona, quindi ricevere il vaccino e quindi essere nuovamente infettata?

La risposta è sì. Secondo la Cleveland Clinic, "Sappiamo che chiunque può contrarre il COVID-19, sia vaccinato che non vaccinato, chi l'ha già avuto e chi no. Allo stesso modo, chiunque può contrarre il COVID-19. 19." 19 di nuovo."


"È importante notare che stiamo ancora imparando molto sulla reinfezione e su chi è a rischio di questa infezione", afferma il dottor Frank Esper, specialista in malattie infettive pediatriche della Cleveland Clinic. Ma i medici sanno che alcune persone corrono un rischio maggiore di contrarre di nuovo il COVID-19 rispetto ad altre".



Ma la vaccinazione ha comunque grandi benefici: in primo luogo, riduce la possibilità di reinfezione. Secondo uno studio pubblicato dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie e riportato da "usnews", la probabilità di reinfezione tra i non vaccinati è il doppio rispetto a quelli che sono stati vaccinati.


Lo studio ha mostrato che coloro che si sono ripresi da COVID-19 e che non sono stati vaccinati possono avere più del doppio del rischio di reinfezione rispetto a quelli che sono stati vaccinati.


Lo studio ha esaminato centinaia di residenti del Kentucky che sono stati infettati dal coronavirus nel 2020 e ha confrontato lo stato di vaccinazione di coloro che sono stati nuovamente infettati da maggio a giugno 2021. I ricercatori hanno scoperto che coloro che non erano stati vaccinati avevano una probabilità 2,34 volte maggiore essere nuovamente contagiato.Altri con corona rispetto a quelli che erano completamente vaccinati.


Gli autori dello studio hanno concluso che per ridurre la probabilità di infezione futura, il vaccino COVID-19 dovrebbe essere offerto a tutte le persone, anche a quelle con una precedente infezione da virus.


Ecco perché i funzionari sanitari statunitensi raccomandano da tempo che coloro che si sono ripresi dal coronavirus vengano vaccinati.


Quanto sono gravi i sintomi dell'infezione da Coronavirus dopo aver ricevuto il vaccino (infezione da rottura)?

Un secondo vantaggio di ricevere il vaccino è che riduce la gravità dei sintomi e la possibilità di malattie gravi, ospedalizzazione o morte, se si contrae la corona.


Secondo i Centri americani, possono verificarsi casi di infezione da penetrazione, ma i vaccini corona proteggono le persone da malattie gravi, comprese le malattie causate dal delta e da altre varianti prevalenti negli Stati Uniti.


Anche quando le persone completamente vaccinate sviluppano sintomi, tendono ad essere meno gravi rispetto a coloro che non sono immunizzati.


Perché otteniamo la corona due volte?

L'immunità dalla prima infezione diminuisce nel tempo: mentre ci avviciniamo al secondo anno dell'epidemia, centinaia di milioni di persone si sono contratte e si sono riprese dal coronavirus. "A questo punto, molte di queste infezioni si sono verificate mesi o addirittura un anno fa e l'immunità da quell'infezione iniziale inizia a diminuire nel tempo", afferma il dott. Esper.

L'immunità vaccinale diminuisce nel tempo: per le persone che sono state vaccinate all'inizio dello scorso inverno, l'immunità potrebbe aver iniziato a diminuire con l'avvicinarsi di un anno.

Abbiamo smesso di fare attenzione: con il ritorno dei viaggi e dei grandi raduni, è diminuita l'aderenza alle precauzioni di sicurezza come il lavaggio delle mani e il distanziamento sociale.

L'emergere di nuovi ceppi altamente contagiosi: i ceppi Corona sono molto più contagiosi della prima ondata del virus Corona. "Questi ceppi sono in grado di superare parte dell'immunità esistente che le persone hanno sviluppato attraverso la vaccinazione o una precedente infezione", spiega il dott. Esper.




A che serve un vaccino se ci ammaleremo continuamente?

Il vaccino riduce il rischio di infezione da corona e, anche in caso di infezione, i sintomi sono più lievi e la probabilità di sviluppare malattie gravi, ospedalizzazione e morte sarà inferiore.


Inoltre, secondo uno studio condotto dai ricercatori del King's College di Londra, la vaccinazione contro il corona non solo riduce il rischio di infezione con esso, ma riduce anche la trasformazione dell'infezione in una sindrome Covid a lungo termine (Long Covid), secondo il B sito Web. BBC


La sindrome corona a lungo termine è un gruppo di sintomi che persistono con una persona infettata dal virus Corona per più di 4 settimane e sono stati contati più di 200 sintomi.


Sebbene molte persone che contraggono il Covid si riprendano in poche settimane, alcune hanno sintomi che persistono o si sviluppano per settimane e mesi dopo l'infezione iniziale.


Lo studio è stato pubblicato sulla rivista "The Lancet Infectious Diseases" e ha scoperto che il vaccino riduce il rischio di infezione da Corona virus e, se si verifica un'infezione, il vaccino riduce anche il rischio di sviluppare la sindrome Covid a lungo termine.


Come ripristinare l'olfatto dopo l'infezione da Covid-19?

Come ho detto all'inizio, il nostro infortunio questa volta è stato segnato da una completa perdita dell'olfatto e del gusto, per me, anche se il mio senso del gusto e dell'olfatto sta migliorando, ma non sono riuscito a recuperarlo completamente.


E il sito francese "futura Santé" afferma nel suo rapporto che fino al 70% dei pazienti con il virus Corona soffre di una perdita moderata o grave dell'olfatto, secondo uno studio condotto dal dott.


Questo studio, che segue un gruppo di 2.500 pazienti selezionati da 18 ospedali europei dallo scorso marzo, mostra che la perdita dell'olfatto dura in media 22 giorni, ma il 6% dei pazienti non ha riacquistato questo senso dopo 6 mesi di malattia.


Cosa spiega la perdita dell'olfatto?

Il sito afferma che finora la causa esatta della perdita dell'olfatto non è chiara. Inizialmente si pensava che il virus infettasse i neuroni olfattivi, ma le lesioni cerebrali sembrano essere molto rare.


Un'ipotesi principale è il danno alle cellule dell'epitelio olfattivo che supportano i neuroni olfattivi. Ricercatori italiani hanno anche notato che la perdita dell'olfatto è accompagnata da un aumento della molecola chiamata "interleuchina-6". Si possono osservare differenze anche tra i sessi (le donne sono meno colpite degli uomini) ei gruppi etnici, suggerendo una causa genetica.


A volte conseguenze disastrose

Anche se la perdita dell'olfatto sembra un sintomo relativamente innocuo, ti ostacola notevolmente nella vita quotidiana, perché la perdita dell'olfatto di solito porta anche alla perdita e al deterioramento del gusto. I pazienti si lamentano che tutti i cibi "samano di cartone" e che alcuni cibi hanno un sapore disgustoso.


La perdita dell'olfatto può avere conseguenze più gravi. Uno studio del 2014 ha mostrato che le persone con una perdita dell'olfatto avevano il doppio delle probabilità di mangiare cibo avariato, essere avvelenate da una fuga di gas o essere esposte a un incendio. La perdita dell'olfatto può anche portare a carenze nutrizionali.


Quali sono le possibilità di ripristinare l'olfatto?

Più velocemente il tuo olfatto si riprende, maggiori sono le possibilità che tu ritorni alla normalità. "Nel caso di una persistente perdita dell'olfatto dovuta all'influenza, dopo 6 mesi, c'è solo una probabilità dal 30% al 50% di guarigione spontanea", afferma Carol Yan, rinologa presso l'Università della California, San Diego, in For Science . Ci sono stati recuperi dopo due anni, ma dopo "le possibilità di recupero purtroppo diventano molto scarse", avverte Carol Yan.


Come si recupera l'olfatto?

Nei casi più gravi può essere prescritta una terapia antinfiammatoria. Carol Yan, ad esempio, raccomanda budesonide per i seni paranasali, un potente steroide topico che uno studio della Stanford University ha mostrato per migliorare i risultati per le persone che hanno perso il senso dell'olfatto per più di 6 mesi dopo aver avuto l'influenza. Ma come ammette questo specialista, i risultati non sono sorprendenti.



Per la maggior parte dei pazienti, il trattamento principale è "allenare" l'olfatto, ad esempio utilizzando oli essenziali, sapone e una miscela di aromi o gustando diversi gusti (cioccolato, citronella, menta...). Jerome Lechin consiglia: "Esercitati più volte al giorno a raccogliere gli odori annusando il caffè mentre guardi la tazza. Anche se all'inizio non senti alcun odore, questo consente al tuo sistema olfattivo di riprendere conoscenza con gli odori e stabilire connessioni in il cervello", e qui potresti essere Frutta e verdura ricche di antiossidanti e vitamine B9 e B12 hanno lo scopo di ripristinare meglio il tuo olfatto.


Sì, ho contratto il virus Corona dopo aver ricevuto la vaccinazione, ma so che senza il vaccino c'è una maggiore possibilità che i sintomi siano più gravi e che la malattia si trasformi in una condizione più grave.


Fonte: Al Jazeera + agenzie + siti web

Reactions:
Sono stato infettato dal virus Corona, poi ho fatto il vaccino e poi sono stato contagiato di nuovo.. questa è la mia storia
fiera uccelli

Commenti

google-playkhamsatmostaqltradent