14 anni dopo le sue vignette del Profeta, la storia di #LarchFelix, sorvegliato dalla polizia e morto per ustioni

Home page

 L'auto su cui viaggiava Felix si è scontrata con un camion, poiché entrambi i veicoli hanno preso fuoco, e il pittore 75enne è rimasto ucciso insieme a due poliziotti che lo accompagnavano.

 lunedì 4 ottobre 2021, un terribile incidente stradale è costato la vita al fumettista svedese Lars Felix, famoso per le sue vignette del Santo Profeta Maometto, che Dio lo benedica e gli conceda la pace.


Il pittore 75enne è stato ucciso insieme a due poliziotti che erano con lui dopo che la loro auto si è scontrata con un camion, nei pressi della cittadina di Markarid, dove entrambi i veicoli hanno preso fuoco.

Nascita e educazione

Larch Andel Roger Felix è nato il 20 giugno 1946 a Helsingborg, in Svezia.


1987: Ha conseguito un dottorato in scienze tecniche presso l'Università di Lund

1988: Ha lavorato presso l'Accademia Nazionale d'Arte di Oslo.


1997: Ha lavorato come professore di teoria dell'arte fino al 2003.




Vignette offensive del Messaggero

18 agosto 2007: il quotidiano svedese "Nerex Allehanda" ha pubblicato una vignetta offensiva del profeta Maometto, che Dio lo benedica e gli conceda la pace.


Felix era allora sotto la protezione della polizia e le sue vignette hanno causato tensioni diplomatiche in Svezia, dove l'allora primo ministro svedese Fredrik Reinfeldt ha incontrato gli ambasciatori dei paesi musulmani per allentare la tensione.

15 settembre 2007: il leader dello "Stato islamico dell'Iraq" Abu Omar al-Baghdadi ha minacciato in una registrazione audio su Internet che la sua organizzazione avrebbe saputo costringere la Svezia "crociata" a ritirare il disegno e chiedere scusa, e se se non lo facesse, colpirebbe le sue maggiori compagnie.


Al-Baghdadi ha definito un criminale il proprietario della vignetta offensiva, e ha offerto un premio di 100.000 dollari a chi sparge il suo sangue, mentre ha assegnato un premio di 50mila dollari a chi dirige il direttore del giornale che ha pubblicato la vignetta offensiva con il pretesto di "difendere la libertà di espressione".


Il primo ministro svedese ha incontrato gli ambasciatori di 22 paesi musulmani nel tentativo di disinnescare la crisi.


11 maggio 2010: Felix è stato aggredito durante una conferenza all'Università di Uppsala in Danimarca, quando un giovane musulmano lo ha aggredito, picchiato, preso a pugni e gli ha rotto gli occhiali, nonostante la presenza di una grande folla di polizia civile e segreta.


Un gruppo di circa 15 persone gridava e applaudiva nel tentativo di impedirgli di tenere la sua conferenza, alla quale hanno partecipato circa 250 persone.


La visita è avvenuta su invito del dottor Richard Eckholm, docente presso il Dipartimento di Filosofia dell'Università di Uppsala, e i musulmani della città di Uppsala l'hanno considerata un insulto nei loro confronti e un'approvazione dell'odio che Felix sta diffondendo contro Islam e musulmani.


Sono state raccolte firme da musulmani in Europa e in Germania in particolare, allegate all'e-mail del Dr. Eckholm per annunciare la protesta dei musulmani in Europa contro l'ospitare il fumettista e affrontarlo.


2009: l'americana Colin LaRose, che si fa chiamare "Jihad Jane", è stata arrestata negli Stati Uniti con altre 7 persone con l'accusa di aver complottato per uccidere Felix, e si è dichiarata colpevole di accuse di terrorismo e rischia l'ergastolo.


14 maggio 2010: persone hanno cercato di dare fuoco alla casa di Larch Felix, situata nella città di "Nehmensla", nel sud-ovest della Svezia.


18 maggio 2010: la magistratura svedese ha accusato due giovani fratelli di cittadinanza svedese, ma di origine kosovara, di aver tentato di incendiare la casa di Vilix.


Luglio 2010: un tribunale svedese ha condannato i due fratelli a due e tre anni di carcere.


Febbraio 2012: durante una conferenza all'Università di Karlstad in Svezia, Felix è stato bersagliato di uova da un pubblico inferocito mentre parlava di caricature del Profeta e libertà di espressione.


La polizia ha arrestato 15 persone che hanno lanciato uova a Felix e altre due che si sono scontrate con loro.


persona indesiderata

Agosto 2012: La direzione del Museo Jämtland a Östersund Lars, Svezia, ha impedito a Felix di partecipare alla mostra, dicendo che Felix non poteva partecipare e che il suo nome non era voluto.


24 febbraio 2013: il Sawasiya Center for Human Rights and Anti-Discrimination ha rilasciato una dichiarazione in cui esprime la sua ferma condanna delle dichiarazioni di Felix sulla ripubblicazione delle vignette del profeta Maometto - che Dio lo benedica e gli conceda la pace - nella città di Malmo , abitata da un gran numero di immigrati.


- Marzo 2013: Al-Qaeda nella penisola arabica ha pubblicato nell'ultimo numero della sua rivista elettronica un elenco sotto il titolo "Wanted Dead or Alive" che include i nomi di coloro che hanno chiesto al Qaeda di essere ucciso o catturato, utilizzando lo slogan "Sì, possiamo" ed era tra i nomi richiesti per essere ucciso. Nome del pittore Larch Felix


4 settembre 2013: la polizia di Malmö ha arrestato un settantenne con l'accusa di aver tentato di aggredire Felix, mentre si trovava in una galleria d'arte della città.


6 gennaio 2014: un tribunale degli Stati Uniti ha condannato Colin LaRose, l'americano noto come "Jihad Jane", a 10 anni di carcere per aver complottato per uccidere Larch Felix e aver tentato di reclutare combattenti online per commettere operazioni terroristiche all'estero.


Colleen LaRose stava affrontando l'ergastolo, ma il giudice ha accettato una richiesta del governo di ridurre la pena grazie alla sua grande collaborazione con gli investigatori.


- Aprile 2014: La Corte Distrettuale di Filadelfia degli Stati Uniti ha condannato Muhammad Hassan Khalid, 20 anni, di origini pakistane, a 5 anni di carcere, per la sua partecipazione alla pianificazione dell'omicidio di Larch Felix nel 2009, quando faceva parte della "Jihad Hanin" gruppo.


2015: Felix è sopravvissuto a una sparatoria durante una conferenza a Copenaghen, che ha provocato la morte di un regista danese.

لارش فيلكس traduzione in arabo  LarchFelix 

Fonte: siti web + Wikipedia aljazeera

Reactions:
14 anni dopo le sue vignette del Profeta, la storia di #LarchFelix, sorvegliato dalla polizia e morto per ustioni
fiera uccelli

Commenti

Non ci sono commenti
Posta un commento
    google-playkhamsatmostaqltradent