#Abdulrazak Gurnah è il primo scrittore africano a ricevere il premio Nobel per la letteratura dopo lo scrittore nigeriano Wole Soyinka nel 1986.

 Abdulrazak Gurnah è il primo scrittore africano a ricevere il premio Nobel per la letteratura dopo lo scrittore nigeriano Wole Soyinka nel 1986.

L'INDIPENDENTE | Il premio Nobel 2021 per la letteratura è stato assegnato al romanziere originario di Zanzibar, Abdulrazak Gurnah. È il primo scrittore dell'isola semi-autonoma nell'odierna Tanzania a vincere il prestigioso premio e il primo scrittore africano nero a ricevere il premio dopo lo scrittore nigeriano Wole Soyinka nel 1986.



Sebbene viva nel Regno Unito dagli anni '60, è nato e cresciuto a Zanzibar lasciando l'isola durante la rivoluzione all'età di 18 anni per il Regno Unito. L'isola si è unita alla terraferma, il Tanganica, per formare la Tanzania nel 1964. Ha scritto 10 romanzi e diversi racconti, tra cui "Paradise", che è stato nominato per il Booker Prize nel 1994. Gli scritti di Gurnah esplorano l'identità, lo spostamento e perdita durante la complessa storia coloniale dell'Africa orientale.

Significa molto per Zanzibar. Dà un senso alla lotta di Zanzibar per l'autodeterminazione e ora la porta sulla scena mondiale.

Fino al suo recente ritiro, Gurnah è stato professore di letteratura inglese e postcoloniale all'Università del Kent, Canterbury. Il suo romanzo più recente, Afterlives, è stato pubblicato nel 2020.

"Penso che sia semplicemente geniale e meraviglioso", ha detto Gurnah a Reuters. "È stata una sorpresa così completa che ho dovuto aspettare fino a quando non l'ho sentito annunciare prima di poterci credere".

Gli scritti di Gurnah esplorano la complessa storia coloniale dell'Africa orientale

L'Africa orientale ha una complessa storia coloniale, che abbraccia diversi secoli. Mentre la maggior parte dell'Africa orientale era sotto il comando tedesco e britannico, l'isola di Zanzibar, dove nacque Gurnah, attraversò il dominio portoghese, dell'Oman e britannico ed era il principale porto di commercio di schiavi per la regione.

Anders Olsson, presidente del comitato che assegna il premio, ha affermato che Gurnah "ha costantemente e con grande compassione penetrato gli effetti del colonialismo nell'Africa orientale e i suoi effetti sulle vite degli individui sradicati e migranti".

Questo premio arriva in un momento in cui molte ex potenze coloniali vengono sfidate a esaminare la propria storia.

“Significa così tanto per Zanzibar. Dà significato alla lotta di Zanzibar per l'autodeterminazione e ora la porta sulla scena mondiale", ha detto a Quartz Ismail Jussa, un politico del partito politico Alliance for Change and Transparency a Zanzibar.

“Il suo lavoro è molto importante per noi in quanto esamina le sfide che abbiamo dovuto affrontare: essere dilaniati da sconvolgimenti coloniali e culture e background diversi. Riporterà questi temi in discussione a Zanzibar e nel mondo”.

Jussa crede che questo risultato pubblicizzerà il lavoro di Gurnah a un nuovo pubblico a Zanzibar e in tutto il mondo. "Siamo tutti molto felici di vedere le notizie di tendenza", aggiunge. “Per questo motivo, più persone vorranno leggere i suoi romanzi e impareranno a conoscere la nostra storia”.

Questo è un momento significativo per la letteratura africana, dove il continente ha visto sei vincitori della letteratura, tra cui Wole Soyinka (Nigeria), Naguib Mahfouz (Egitto), Nadine Gordimer (Sud Africa), JM Coetzee (Sud Africa) e Doris Lessing (Regno Unito-Zimbabwe ).

"La sua scrittura ha la capacità di trasportarti", ha detto Nguhi Ndung'u, uno specialista dello sviluppo keniota e appassionato di letteratura. "La sua scrittura è stata un'importante aggiunta allo spazio della letteratura africana: avere uno scrittore che esplora Zanzibar e l'Africa pre-indipendenti e l'impatto che questo ha sull'identità, le nostre relazioni con la casa e le dinamiche razziali in modo inflessibile".

Il premio viene assegnato dall'Accademia svedese e vale 10 milioni di corone svedesi (1,14 milioni di dollari).

Reactions:
author-img
news trading hosting

Commenti

google-playkhamsatmostaqltradent