Bitcoin è "disgustoso e contrario agli interessi della civiltà" o il boomer dovrebbe semplicemente rilassarsi?

 

Incontro regolarmente due mitologie su Bitcoin: mitologie che ci permettono di celebrare le nostre convinzioni esistenti su come funziona il mondo.  

I boomer spesso inveiscono sul fatto che Bitcoin sia una moda passeggera pericolosa e inutile, mentre i millennial offrono visioni tecno-utopiche rosee di come affronterà una serie di mali sociali. Entrambe le mitologie semplificano l'evoluzione degli ecosistemi basati sulla criptovaluta. 

ALTRO: Peter Thiel afferma che bitcoin a $ 60.000 è un segno sicuro che il sistema politico "decrepito" sta per implodere

E, come qualcuno che fa ricerche sulla tassazione della criptovaluta - un'intersezione della macchina dello stato con nuove tecnologie blockchain - sussulto di fronte a entrambe le mitologie. 

Ma la mitologia del boom su Bitcoin mi preoccupa più profondamente. Sembra fuorviante su due fronti. Innanzitutto, come questione empirica, Bitcoin e altre criptovalute offrono una vasta gamma di utilità non presenti nemmeno pochi anni fa. 

In secondo luogo, come questione normativa, il nostro sistema esistente di creazione e trasferimento di valore urla ingiustizia; vediamo in esso strati di oppressione: i colonizzatori sui colonizzati, gli abbienti sui non abbienti e, in relazione, il credito facile in alcuni settori aziendali e abitativi rispetto ai termini usurai del prestito personale e delle carte di credito.






Ci sono stati molti sviluppi significativi nello spazio delle criptovalute negli ultimi anni. Ne sottolineo due: una solida infrastruttura di risparmio e prestito basata sulla criptovaluta e mercati liquidi, maturi e spessi per Bitcoin. 

I ricchi hanno accesso a tassi di rendimento molto più elevati rispetto ai poveri. Questi ultimi potrebbero avere risparmi di poche centinaia di dollari, se hanno dei risparmi, e quindi raramente ricevono qualcosa che vada oltre un banale tasso di interesse per la loro ricchezza. 

Al contrario, le piattaforme di risparmio in criptovaluta come BlockFi e Celsius offrono tariffe a due cifre. Queste piattaforme di criptovaluta offrono anche prestiti basati su garanzie altamente efficienti. Spesso finanziano un prestito lo stesso giorno e a tassi di interesse molto più bassi di quelli richiesti dalle carte di credito.




Inoltre, ci sono chiari progressi nello sviluppo di mercati maturi e liquidi per Bitcoin . 

Dieci anni fa, Mt. Gox era il principale exchange di bitcoin al mondo. Nonostante il clamore sulla decentralizzazione, sembrava che la maggior parte degli utenti avesse a che fare con un'unica società, e anche una poco attraente, per scambiare Bitcoin . 

Ora ci sono centinaia di scambi spot e derivati di Bitcoin .

Il più grande scambio di criptovalute negli Stati Uniti, Coinbase , è ora una società quotata in borsa. Il Chicago Mercantile Exchange offre futures su Bitcoin dal 2017 e all'inizio di questa settimana è stato lanciato un fondo negoziato in borsa Bitcoin . 

ALTRO:  Peter Thiel afferma che bitcoin a $ 60.000 è un segno sicuro che il sistema politico "decrepito" sta per implodere

Inoltre, i progressi tecnologici consentono la sperimentazione politica, lo vediamo con la decisione di El Salvador di rendere il Bitcoin a corso legale e l'accettazione di Bitcoin da parte dell'Ohio per il pagamento delle tasse.

Quest'ultima proposta è fallita, come a volte fanno gli esperimenti, ma quel fallimento è un passo necessario per creare sistemi che funzionino bene e su larga scala. Alcuni boomer sembrano ignorare tale sperimentazione, preferendo invece immaginare che l' ecosistema Bitcoin sia esattamente com'era dieci anni fa. 

Tale osservazione selettiva può essere, in parte, dovuta a diversi impegni normativi. Il miliardario Charlie Munger ha dichiarato nel maggio di quest'anno di odiare il successo di Bitcoin e che "l'intero dannato sviluppo è disgustoso e contrario agli interessi della civiltà". 

I tentativi di creare denaro alternativo sembrano lasciare perplessi alcuni boomer, persone che hanno vissuto ai vertici dell'America del dopoguerra con un facile accesso a buoni soldi. Ma vivono bene mentre gran parte del mondo vive male in parte a causa del nostro sistema opaco e profondamente iniquo di valute nazionali.       

A dire il vero, Bitcoin non è una panacea. 

Ma consente la sperimentazione sociotecnica che è diventata una promettente frontiera di possibilità. 
Reactions:
author-img
news trading hosting

Commenti

google-playkhamsatmostaqltradent