Quali sono le parole chiave? Come faccio a scegliere le parole chiave adatte? E di quali strumenti avrò bisogno?

 Quando si tratta di ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO), le parole chiave sono ancora molto importanti. Ecco perché dovresti inserire e arricchire i contenuti del tuo sito con parole chiave per migliorare i motori e soddisfare le esigenze dei ricercatori.



 


Le parole chiave sono ancora importanti per l'ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO)?


Le parole chiave sono importanti per Google?


La risposta breve: Assolutamente.


La risposta più lunga: continua a leggere.


Cosa sono le parole chiave nella SEO?

Le parole chiave o parole chiave SEO vanno da singole parole a frasi complesse e vengono utilizzate per dire ai motori di ricerca e alle persone di cosa tratta il contenuto e per ottenere più visitatori.


Il tuo pubblico lo utilizza quando cerca qualcosa relativo al tuo marchio, sito web o blog.


Durante la ricerca e l'ottimizzazione in modo efficace, le parole chiave fungono da canale per collegare il pubblico di destinazione al tuo sito web.



 

Ma le parole chiave SEO non sono "morte" da molto tempo?

Che tu l'abbia già sentito un paio di volte o che le tue prime parole non siano ancora arrivate, "le parole chiave sono morte" è una frase che continua a farsi strada nei circoli SEO.


Invece di andare in punta di piedi su questa affermazione ripetitiva e binaria che è spesso guidata da un'esca, affrontiamola a testa alta.


Diversi sviluppi nel mondo SEO hanno causato questa affermazione dall'ibernazione, ma mi vengono in mente quattro sviluppi principali.


1. “Parole chiave (non disponibili)”.

Se sei completamente nuovo alla SEO, potresti essere sorpreso di apprendere che le parole chiave organiche in Google Analytics, Adobe Omniture o qualsiasi altra piattaforma di analisi sono state così facili da trovare.


Tuttavia, le cose hanno iniziato a cambiare nel 2010 quando Google ha iniziato a prendere provvedimenti per rimuovere silenziosamente i dati delle parole chiave. Alla fine del 2011 e nell'anno successivo, in breve, gran parte della visibilità delle parole chiave organiche verrà eliminata, poiché le parole chiave si deprezzano.


Non ci vorrà molto prima che il "miglior driver di parole chiave" sia "(non disponibile)".


Una volta che abbiamo perso di vista le parole chiave SEO e siamo sembrati ciechi, molti si sono affrettati a scrivere necrologi sulle parole chiave.



 

Ma cosa c'era di veramente diverso?


Dopotutto, le persone stavano ancora cercando la stessa cosa e Google non ha cambiato il modo in cui interpreta e analizza i nostri contenuti.


Abbiamo tutti sentito dire: "Se un albero cade in una foresta e nessuno può sentirlo, emette un suono?"


È lo stesso.


Non c'era niente di diverso. Non eravamo in giro.



 

Conclusione: le parole chiave non sono morte. Il vecchio modo per rintracciarli è morto.


2. "L'intelligenza artificiale e la PNL hanno reso le parole chiave poco importanti".

La validità delle parole chiave è stata nuovamente messa in discussione quando Google ha ricostruito il suo algoritmo nel 2013.


Hummingbird ha aiutato Google a essere veloce e preciso e ha anche aiutato a comprendere meglio il suo intento di ricerca, in particolare con ricerche complesse, ricerche su conversazioni, domande e risposte e altro ancora.


Nel 2015, Google ha incluso un fattore di ranking basato sull'intelligenza artificiale, RankBrain, nel mix per migliorare ulteriormente le capacità di ricerca e interpretazione delle query.


In precedenza, la ricerca era "Quali pizzerie sono vicino a me?" Google invierà una ricerca di contenuti che corrispondono a questi termini.


Dopo RankBrain, Google utilizzerà queste parole chiave come spunti contestuali per apprendere ciò che vogliamo veramente e spesso parafraserà la nostra query dietro le quinte (ad es. "66062 pizza a domicilio"), ovvero utilizzando le informazioni su un ristorante o una pizzeria vicino a te.


Sapere che Google esamina le nostre query di ricerca può far sembrare la sua utilità completamente obsoleta.



Ma in realtà, Google sta diventando più intelligente riguardo a ciò che abbiamo offerto.


Infatti, poiché Google comprende le sfumature più ampie ed è meglio attrezzato per associare il linguaggio che usiamo con il nostro reale intento di ricerca, si potrebbe sostenere che le parole chiave diventino più importanti.


Questo è certamente vero con BERT.


BERT è stato elaborato e integrato negli algoritmi di ricerca di Google alla fine del 2019.


Durante l'anno prima della sua introduzione, BERT era diventato lo standard del settore NLP grazie alla sua capacità di eseguire efficacemente un'ampia gamma di calcoli linguistici.


Sono finiti i giorni in cui Google ignora le "stopword".


Ora, ogni parola nella tua ricerca (e l'ordine esatto che usi per ogni parola) è importante.


E poiché è importante per Google, non dovrebbe essere importante per noi?


Conclusione: le parole chiave non sono morte. Il precedente modo di interpretarlo di Google è morto.


3. "Ricerca vocale che rende inutili le parole chiave".

Con la ricerca vocale che sta crescendo da una novità occasionale a un punto fermo del comportamento di ricerca, molti si sono chiesti cosa significhi per le parole chiave.


Sapevamo tutti che la ricerca vocale influenzava le parole chiave, ma le uccideva?


Tra di noi (inconsciamente) acquisendo le capacità di traduzione simultanea di Google e le nostre tendenze di comunicazione quando si parla rispetto alla scrittura, abbiamo più conversazioni e diventiamo molto dettagliati.


In passato, se volevamo sapere chi fosse la prima moglie di Brad Pitt, traducevamo i nostri pensieri in una query di facile ricerca, come "Le mogli di Brad Pitt".



 

Ora, diciamo semplicemente a Google cosa vogliamo: "Chi è stata la prima moglie di Brad Pitt?"


Questo è uno dei motivi principali per cui il 15% delle ricerche non viene mai ascoltato da Google ogni giorno.


Quindi, sebbene sia stata una grande vittoria per ricercatori e navigatori web, presenta sfide per i professionisti SEO e SEO.


Ad esempio, è difficile sapere a quali parole chiave prestare attenzione se c'è un gran numero di traffico guidato da quelle che prima venivano cercate raramente.


Ma questo risale all'argomento "(non disponibile)".


Solo perché il nostro monitoraggio è incompleto non significa che l'importanza delle parole chiave sia in alcun modo diminuita

Il.


Ignoriamo le parole chiave importanti


Sapevi che con la ricerca vocale puoi sapere quando il primo album di Scarlett Johansson è stato rilasciato da una query che non include il suo nome o il nome dell'album? (Nota a margine: sapevi che Scarlett Johansson ha un album?)


Google comprende l'importanza del contesto, non solo all'interno di una ricerca, ma anche tra le sue stringhe.



Quindi, le parole chiave contano davvero se puoi eliminare le parti importanti e ottenere comunque ciò che desideri?


Certo certo!


Questo ci costringe a fare un passo indietro e guardare il quadro più ampio, piuttosto che esaminare ogni singola ricerca nel vuoto.


Conclusione: le parole chiave non sono morte. Scrivere è il nostro unico modo per cercarlo.


"Keyword Planner ha dimostrato che le parole chiave non sono poi così diverse".

A partire dal 2014 e due anni dopo, lo strumento Keyword Planner di Google ha iniziato a raggruppare le cartelle per termini simili.


Invece di cercare la parola chiave A 100 volte al mese e la parola chiave A1 essere cercata 50 volte al mese, appariranno entrambe 150 volte.



 

Google ha affermato che la ragione di ciò è assicurarsi di "non perdere nessun potenziale cliente" e "aumentare la probabilità che i tuoi annunci vengano visualizzati nelle ricerche pertinenti".


Questa interpretazione indica certamente che l'intento del ricercatore non differisce molto tra termini strettamente correlati.


Questa mossa sembra rafforzare l'idea che gli argomenti, non le parole chiave, siano tutto ciò di cui gli esperti di SEO dovrebbero preoccuparsi.


Tuttavia, questo non spiega perché la Ricerca Google spesso scuote i suoi risultati in modo così drastico per le parole chiave che Google Keyword Planner considera abbastanza sinonimi da raggrupparli insieme.


Alla fine, Keyword Planner è uno strumento PPC.


Non devi essere un teorico della cospirazione per capire come costringere i fornitori di PPC ad espandere il targeting per parole chiave può essere una decisione motivata finanziariamente.


Conclusione: le parole chiave non sono morte. Ma anche le metriche delle parole chiave di Google potrebbero farlo.


Perché le parole chiave sono così importanti per la SEO?

Le parole chiave interessano i professionisti di Google e gli esperti di SEO per diversi motivi, ma ne esistono due tipi principali.


Le parole chiave ci danno indizi su chi sono e cosa vogliono, permettendoci di soddisfare meglio le loro esigenze.

Le parole chiave possono fornire informazioni sulla direzione di ciò che i content marketer desiderano.

Le parole chiave sono indizi

L'importanza delle parole chiave nella SEO è in parte dovuta alla loro importanza al di fuori di essa.


Dimentica parole chiave, classifiche, traffico o persino il tuo sito web per un minuto.


Se conoscessi i veri sentimenti dei tuoi clienti, come gestiresti la tua attività in modo diverso? In che modo queste informazioni influenzano la tua strategia di marketing?


Nel suo libro Everybody Lies, Seth Stephens Davidowitz condivide le sue scoperte su ciò che il comportamento della ricerca racconta della psicologia umana.


Quando sei in un focus group, quando rispondi a un sondaggio o rispondi a qualcosa su Twitter, tutti tendiamo a lasciare che le nostre risposte siano influenzate da come gli altri le percepiscono.


E quando stiamo cercando?


La combinazione di anonimato e accesso istantaneo a una vasta gamma di informazioni apre la strada a un'anteprima di ciò che vogliamo veramente.



 

È un siero della verità basato sui dati


In sostanza, la ricerca per parole chiave è un potente strumento di ricerca di mercato che può essere sfruttato in molti modi diversi, non solo per informare il contenuto del sito web.


Per ottenere il massimo dalle parole chiave, dovresti guardare oltre una traduzione letterale esplicita e catturare anche gli indizi impliciti per ottenere il vero intento di ciascuna parola chiave.


Parole chiave come carattere

I personaggi agiscono come personaggi paolini.


Non sono tutto ciò che cerchiamo, ma mirando a loro, ci prepariamo al successo.


Ma questo livello di precisione e concentrazione aiuta ad attrarre il giusto gruppo di persone.


Al contrario, se non ti concentri e cerchi di attirare tutti, probabilmente te ne andrai a mani vuote, senza visitatori sul tuo sito e senza vendite.


È davvero un bel paradosso: spesso l'esclusività del tuo pubblico di destinazione è direttamente correlata alle dimensioni del tuo pubblico reale e viceversa.


È lo stesso con le parole chiave.


Una rapida occhiata ai dati della tua query in Google Search Console ti dirà che non è solo una singola parola chiave.


Tuttavia, avere un obiettivo chiave principale per ogni pagina ti darà la giusta direzione e prospettiva per raccogliere il pubblico giusto da una vasta gamma di ricerche pertinenti.


Parole chiave SEO più popolari (con esempi)

Le parole chiave possono essere classificate e taggate in diversi modi per una serie di motivi.


Ecco i tipi più comuni ed esempi di parole chiave SEO.


Parole chiave di marca vs parole chiave non di marca

I termini di ricerca con marchio contengono il marchio nella query.



Ciò può includere nomi di marchi ufficiali, errori di ortografia, acronimi di marchi, nomi di campagne o marchi di campagne di marchi, società madri o qualsiasi altra cosa con l'apparente intento di ricerca sui marchi.


I termini senza marchio o senza marchio sono altre parole chiave che potresti prendere in considerazione.


I termini senza marchio spesso descrivono il problema di un cliente o l'offerta commerciale.


Alcune aziende hanno nomi non distinti che possono rendere più difficile questa identificazione.


Ad esempio, una ricerca per "Zoo della città di Dubai" è con o senza marchio quando il nome dello zoo è... Zoo della città di Dubai?


In generale, le frasi di marca portano il maggior numero di traffico di conversione perché il ricercatore ha già un certo livello di familiarità con il marchio e (spesso) familiarità.



 

Esempi:


parola chiave

Non associato a nessun marchio: come realizzare un Tanga marocchino?

Parola chiave del marchio: wordpress

Se cerchi "Come realizzare una Tangeri marocchina", non troverai alcuna azienda o marchio, ma se cerchi "Wordpress", troverai che la società WordPress è la prima a comparire nei risultati di ricerca.


Parole chiave VS Parole chiave della pagina

Le parole chiave sono l'elenco iniziale e ovvio di parole con cui iniziare nel processo di ricerca delle parole chiave


Sono i semi "che pianti" per far crescere il tuo menù.


Le parole chiave sono spesso rilevanti per la maggior parte, se non per tutti, del tuo sito web.


Le parole chiave specifiche della pagina si trovano di solito più avanti nel processo di ricerca delle parole chiave e si applicano solo a una singola pagina o a un gruppo di pagine.


Esempi di Home Depot:


Prima parola: negozio di abbigliamento maschile

Parola chiave della pagina: bellissime scarpe da uomo

Parola chiave corta vs parola chiave lunga

Quelle parole con la query di ricerca più alta sono chiamate il termine dell'intestazione o le parole chiave principali.


Al contrario, quelle con una domanda relativamente bassa sono una parola chiave lunga.


perché?


Quando vengono tracciati, i termini dell'intestazione scendono rapidamente in termini di numero totale di parole chiave, mentre i termini meno cercati sembrano durare per sempre come la coda, che significa troppi e diversi da scrivere.


Il centro di un grafico è spesso giustamente chiamato "mezzo" (o tronco).


Dal momento che il 15% delle ricerche è nuovo su Google ogni giorno, non sorprende che la maggior parte delle query sia considerata avere una coda lunga, poiché le parole chiave longitudinali sono troppe.


Le parole chiave testa e coda lunga tendono ad avere le seguenti caratteristiche contrastanti.


Tuttavia, a parte le dimensioni, niente di tutto questo è assoluto.


Parole chiave lunghe parole chiave principali

La dimensione della ricerca è piccola La dimensione della ricerca è grande

Concorrenza relativamente debole Concorrenza feroce

La percentuale di ottenere visitatori è alta rispetto al volume di ricerca per esso. Otterrai meno visitatori

Ho detto qualche parola in più

Adatto per attributi minori e meno importanti Adatto per le pagine principali o il contenuto principale del sito o del blog

L'intenzione è specifica e solo intenzioni diverse da parte del ricercatore

La differenza tra parole chiave principali e parole chiave lunghe

Esempio di una parola chiave: ad esempio, se cerchi "dieta" in Google Keyword Planner, scoprirai che le parole "dieta" hanno il maggior numero di ricerche e sotto di esse ci sono molte parole chiave lunghe


Parole chiave

Parole chiave

Esempio di parole chiave lunghe: se hai cercato ad esempio "cos'è una dieta keto?" Otterrai un piccolo risultato per le tue ricerche, e sotto di esso potresti non trovare nessuna parola Accel e potresti trovare parole chiave correlate o simili.



Modello per parola chiave lunga

Parole chiave primarie VS Parole chiave secondarie

Le parole chiave con una valutazione "target" o "focus" vengono utilizzate anche per descrivere la parola chiave più importante.


Questi termini possono essere utilizzati nel contesto dell'intero sito o di una singola pagina.


Le parole chiave secondarie includono tutte le altre parole chiave che scegli come target e/o combini, ad esempio 1 articolo può avere come target 1 parola chiave e altre 3 parole chiave.



 

In alcuni contesti, le parole chiave secondarie sono quelle per cui ottimizzi senza problemi, ma non sono considerate una priorità alta.


In altri scenari, le parole chiave secondarie fungono da supporto semantico o coda lunga per aiutarti a ottenere il massimo dal targeting per parole chiave principali.


Esempi di pagina dei prodotti per la rasatura:


Essenziale: prodotti per la rasatura

Secondario: lamette da barba, rasoio, forbici da barbiere


Parole chiave incluse in un passaggio, una fase o un capitolo

Gli esperti SEO raccomandano spesso di classificare le tue parole chiave in base al tuo imbuto di marketing o al percorso del cliente.


Questo può aiutare a garantire che i clienti siano presi di mira in ogni punto critico.


Alcuni gruppi di categorie hanno il marchio al centro (es. Consapevolezza, Pensiero, Conversione, Fidelizzazione) mentre altri sono più incentrati sul cliente (es. Inconsapevole, Consapevole del problema, Consapevole della soluzione, Consapevole del marchio).


Allo stesso modo, alcuni definiscono semplicemente una mentalità del consumatore orientata all'azione (ad esempio, navigazione del sito, informativa, transazionale).


Esempi:


Consapevolezza: idee per la festa del 30° compleanno

Considera: recensioni di offerte di viaggio a Las Vegas

Trasferimento: pacchetti volo e hotel a Las Vegas

Mantieni: programma fedeltà e sconti


Parole chiave globali vs parole chiave locali

A seconda del suo utilizzo, la parola chiave locale può significare una delle due cose:


Il ricercatore sta cercando qualcosa di geograficamente vicino: potrebbe essere molto ovvio come "biblioteca vicino a me" o "affitto di due camere da letto a Dubai", o potrebbe essere più preciso come "ristoranti" o "a che ora chiude la metropolitana?" .

È molto probabile che il ricercatore si trovi in ​​un'area particolare: ad esempio, "Muhammad Ali ha cambiato nome?" Può essere considerato un termine locale perché c'è una buona probabilità che il ricercatore provenga dall'Egitto o addirittura dal mondo arabo.

Esempi:


Locale: 2 camere da letto in affitto a venezia

Globale: ne vale la pena l'assicurazione degli affittuari?


Parole chiave per tipo di pubblico

Raramente qualcuno si identifica in una ricerca.


Quando è stata l'ultima volta che hai avviato una ricerca intitolata "Sono un professionista del marketing digitale di 20 anni con un'istruzione universitaria in cerca di... [il resto della ricerca]"?


Sto andando su un arto e indovinando che non è mai successo.


Tuttavia, "dietro il ricercatore" si trova spesso nelle informazioni implicite in una query.


Mentre un gruppo non guarda quasi nessuna richiesta, molti si rivolgono selvaggiamente verso un singolo pubblico.


Uno dei modi migliori per scoprire chi sta cercando un termine è cercare quel termine in Google e guarda i risultati. Quindi chiediti di quali risultati parli meglio.


Se il compito di Google è dare al ricercatore ciò che desidera, il pubblico di destinazione per i risultati della query più elevati dovrebbe essere lo stesso pubblico che ha completato la query.



 

Parole chiave perpetue vs parole chiave di attualità

Le parole chiave permanenti hanno un volume di ricerca costante con poche variazioni nel tempo.


D'altra parte, le parole chiave di attualità sono stagionali (ad es. idee regalo per San Valentino), eventi occasionali o correlati (ad es. King Salman).


Alcune parole chiave perenni possono rivelarsi di attualità quando un evento lo rende culturalmente rilevante, come cercare una celebrità subito dopo la sua morte inaspettata o la città quando ospita la Coppa del Mondo.


Google spesso preferisce nuovi contenuti alle parole chiave di attualità perché "una query merita freschezza".


La gente ama creare contenuti permanenti perché può essere un investimento basso in relazione al valore a lungo termine in cui genererà reddito o rendimento.


Tuttavia, la concorrenza e il costo iniziale sono spesso intensi e feroci.


Al contrario, i contenuti topici o temporanei sono attraenti perché hanno un costo di ingresso inferiore, una concorrenza più debole e forniscono un valore immediato, ma quel valore ha una breve durata.


Esempi:


Parola chiave evergreen: come fai a sapere se sei incinta

Parola chiave obiettiva o provvisoria: orari di programmazione dei film questo fine settimana.

Parole chiave e parole chiave

Quando io e mia moglie stavamo cercando un'impresa di pulizie per fare un'emorragia casalinga una tantum, i nostri criteri erano probabilmente quelli che ti aspetteresti:


Qual è il costo del lavoro?

Usano prodotti naturali?

Hanno avuto buone recensioni?

Sono flessibili nei tempi?

Tuttavia, il modo in cui le aziende ci hanno sicuramente fatto sentire come se avessimo un ruolo importante, anche se è per lo più inconscio.


In questo caso, il contenuto che ci ha fatto pensare a tutto il tempo che avremmo guadagnato, e come sarebbe stato qualcosa di meno di cui dovremmo preoccuparci, persino l'odore di una nuova casa quando siamo entrati dalla porta - probabilmente ha suonato una parte nella nostra decisione finale.


Facciamo ricerche con la neocorteccia, ma spesso sono i nostri cervelli rettiliani a prendere le decisioni.


Sarah Howard descrive le parole chiave usando l'esempio dell'acquisto di un'auto.


Puoi includere una garanzia affidabile nella ricerca del tuo nuovo veicolo? Per lo più no.


Vuoi sapere che la garanzia è affidabile non appena entri nella pagina? affatto.


In breve, le careword sono termini bassi che non portano ad un aumento del numero di visitatori, ma piuttosto aumentano l'interazione del sito e le conversioni per le visite esistenti, ovvero aumentare l'interazione per ottenere più vendite o più nicchie.


Come si scelgono le parole chiave giuste?

Possiamo scrivere un articolo molto lungo solo su questo paragrafo, che è una parte molto importante della SEO, che richiederà molto e molto tempo.


Questo processo è altamente scalabile in base alle tue esigenze e ai tuoi limiti. Possono essere necessarie quattro o quaranta ore e puoi spendere oltre $ 250 in strumenti o niente.


Anche se consiglio vivamente di fare ricerche e di provare questo argomento in dettaglio se sei seriamente intenzionato a perfezionare il tuo mestiere, ecco una rapida introduzione per trovare le migliori parole chiave SEO.


Non iniziare con le parole chiave: prima di indossare il tuo cappello SEO o anche il tuo cappello di marketing, sii umano. Conosci i tuoi clienti tra i clienti e i clienti generali. Prima di immergerti negli strumenti e nei fogli di calcolo, cerca di acquisire una reale empatia e comprensione dei clienti che servi e delle prospettive che hanno.

Crea un elenco di parole chiave iniziale: utilizzando ciò che hai acquisito nel primo passaggio, insieme a ciò che sai sull'intersezione tra le esigenze dei tuoi clienti e le tue soluzioni aziendali, prendi in considerazione un elenco iniziale di parole e frasi che descrivano efficacemente le tue offerte principali.

Raccogli i dati attuali delle parole chiave (se il tuo sito esiste già): crea un elenco di ciò che sta attualmente (approssimativamente) indirizzando il traffico al tuo sito. Ecco alcuni strumenti di classificazione delle parole chiave che possono aiutare a questo punto:

Console di ricerca di Google

Ahrefs

SEMrush

Esplora parole chiave Moz

Espandi l'elenco con diversi strumenti per le parole chiave: espandi l'elenco creato dai passaggi 1-3 cercando nuove combinazioni di parole chiave, sinonimi, modificatori e parole chiave lunghe. Oltre a quelli menzionati sopra, questi strumenti per le parole chiave SEO sono perfetti per suggerimenti per espandere il tuo elenco:

Strumento per le parole chiave.io

Anche chiesto

Rispondi al pubblico

Parole chiave ovunque (all'interno dei risultati di ricerca di Google)

Suggerimento infinito

KWFinder

Raggruppa i termini per intento di ricerca: categorizza le tue parole chiave in un modo semplice e utile per te e chiunque altro possa guardarle. Questo può essere fatto per tipo di pubblico, argomento, fase e canalizzazione, conversione o vendite o qualsiasi altro metodo che abbia senso per te.

Imposta parole chiave per i contenuti: scegli da 1 a 4 parole chiave principali da scegliere come target su ogni pagina in base a un buon equilibrio tra difficoltà delle parole chiave, pertinenza e volume di ricerca (tenendo conto della percentuale di clic dalla ricerca normale/organica). Una volta determinato, trova le parole chiave correlate all'argomento e modifica per supportare la parola chiave principale.

Ripeti tutto da capo: una volta implementata la tua strategia per le parole chiave, Google avrà abbastanza tempo per rispondere e tu sarai in grado di raccogliere abbastanza dati, analizzarli e terminare se necessario o inutile. Non lo chiamano ottimizzazione dei motori di ricerca per niente.

Come utilizzo le parole chiave per migliorare il tuo sito?

Come la selezione delle parole chiave, l'ottimizzazione efficace del tuo sito Web per le parole chiave può

Per promuovere il tuo sito o negozio con articoli dal blog.


Tuttavia, ecco alcuni suggerimenti per iniziare.


Dove aggiungere parole chiave in una pagina web

URL: gli URL cambiano raramente, sono molto visibili e descrivono l'intera pagina. Per questi motivi, Google attribuisce un valore a ciò che dici e a ciò che appare nell'URL.


Contenuto statico: i motori di ricerca sono molto più bravi a scansionare i contenuti dinamici. Il contenuto statico è quasi una garanzia di indicizzazione.


Tag del titolo: i tag del titolo influiscono sul posizionamento e sulla percentuale di clic (CTR) e, se scritte in modo efficace, le parole chiave possono aiutare con entrambi.


Tag Meta Description: A differenza dei tag title, le meta descrizioni non influiscono sul posizionamento in Google. Tuttavia, includerli può aumentare il CTR.


Contenuti più chiari: il compito di Google è comprendere i contenuti nel modo in cui lo facciamo. Il tag H1 nella parte superiore della pagina ottiene molto più valore rispetto al contenuto che viene distribuito nella parte inferiore. Che si tratti di un tag del titolo, di una prima copia del testo o di una frase in grassetto, più chiaro è il contenuto, maggiore è l'impatto SEO complessivo.


Link interni e contenuto circostante: l'incorporazione di parole chiave nel testo di ancoraggio dei link che puntano alla tua pagina aiuta a mostrare il tema di Google della tua pagina. Allo stesso modo, anche il contenuto testuale vicino che punta alla tua pagina è importante per Google e, in misura minore, viene utilizzato per descrivere la pagina di destinazione.


Nomi di file di foto e video: invece di lasciare che il telefono assegni alla foto o al video un nome predefinito che di solito contiene qualcosa di casuale e senza senso, assegnagli un nome descrittivo con una parola chiave correlata.


Temi alternativi delle immagini: i tag Alt non solo rendono il tuo sito più inclusivo per il tuo pubblico ipovedente, ma danno anche a Google un'idea migliore della tua immagine. Anche l'incorporazione di parole chiave svolge un ruolo importante nella SEO.


Attributi del titolo dell'immagine: i titoli delle immagini su tutti i browser non funzionano allo stesso modo, motivo per cui Google potrebbe non dare molto peso a questo contenuto. Tuttavia, se c'è un'opportunità per includere in modo sicuro le parole chiave, fallo e inseriscilo.


Tag ARIA: i tag ARIA sono simili ai temi alternativi in ​​quanto aiutano a rendere i contenuti del sito Web accessibili alle persone con disabilità. Puoi utilizzare i tag ARIA su determinati tipi di contenuto dinamico, contenuto interattivo, immagini di sfondo e altro.


Didascalia e/o script del video: alcuni video hanno parole chiave molto pertinenti, ma Google non ne ha idea. Assicurati che ciò che si sente o si vede sia incluso nella traduzione e nella spiegazione indicizzate.


Markup dello schema: lo schema aiuta ad aggiungere contesto al contenuto. Se necessario, codifica le parole chiave con le proprietà dello schema più appropriate per rimuovere alcune delle supposizioni di Google.


Suggerimenti per l'incorporamento dei tag

Non esagerare. / Evita il riempimento: l'eccessiva ottimizzazione (o "imbottitura delle parole chiave") è una cosa reale. Può allontanare i clienti e inviarti a Google Panda. Ognuna delle suddette regioni è stata automatizzata, automatizzata, sfruttata e diffamata. Chiediti se aiuta o danneggia l'esperienza dell'utente. Prendi la tua decisione in base a quella risposta.


Ignora il tag meta keyword: il tag meta keyword non riceve molta attenzione dai principali motori di ricerca, se non del tutto. Non perdere tempo qui.


Non ottimizzare ogni pagina nel vuoto: a meno che tu non disponga di un sito di una pagina, devi esaminare il targeting per parole chiave prendendo tutte le pagine nel contesto. Questo ti proteggerà da eventuali vulnerabilità o cannibali che possono verificarsi quando lavori su ogni singola pagina, e se hai un articolo molto importante per una parola chiave molto importante, scrivi diversi altri articoli che parlano dello stesso sito con parole chiave lunghe o simili.


Prova tutto: se hai l'opportunità di lavorare su siti con un numero enorme di pagine, hai l'opportunità perfetta per impostare alcuni test utili per affinare le tue tecniche e abilità.


Quando le parole chiave sono inutili?

Come facciamo a sapere che le parole chiave sono sempre importanti?


In effetti, non c'è modo di saperlo, ma molti degli argomenti di base condivisi in questa guida sono gli stessi da oltre un decennio e non mostrano segni di svolta.


Con questo, immagino di poterti dire la prossima volta che "le parole chiave sono morte" rimbalzeranno ferocemente intorno alle camere di eco SEO. Larry Page non voleva solo che Google fosse umano, voleva che fosse sovrumano.


L'introduzione a Google Discover, che attualmente è Google e Google Feed, ci ha dato un'idea di cosa accadrà:


Google cercherà ciò che vogliamo senza chiederlo.


Se Google fa tutto ciò che vogliamo cercare, le parole chiave saranno ancora importanti?


Sì, ecco perché.


Fammi un favore e dai un'occhiata alla cronologia delle tue ricerche.


Inizia guardando le ricerche che hai fatto un mese fa.


Ora, guarda l'anno scorso.


E 5 anni fa?


Mia madre diceva sempre "Nessuno va avanti" e mentre la nostra capacità di cambiare nel tempo può essere discutibile, ciò che conta per noi è senza dubbio l'evoluzione.


Google Discover funziona solo grazie all'input che forniamo e soprattutto a ciò che cerchiamo.


Quindi, quando le parole chiave diventeranno inutili?


Non ne sono sicuro, ma non è oggi.

Reactions:
author-img
news trading hosting

Commenti

google-playkhamsatmostaqltradent