F news trading hosting

feed

La guerra in #Ucraina.. Congelando i beni di #Putin in Europa e Mosca è pronta per i colloqui con Kiev

 




invasione russa e l'assedio della capitale Kiev

Un funzionario ha affermato che gli inviati dell'Unione europea hanno deciso di congelare i beni in Europa di proprietà del presidente russo Vladimir Putin, mentre Mosca ha dichiarato venerdì di essere pronta a inviare delegazioni a Minsk per colloqui con l'Ucraina, dopo l'invasione russa e l'assedio della capitale Kiev.


La guerra in #Ucraina.. Congelando i beni di #Putin in Europa e Mosca è pronta per i colloqui con Kiev


Reuters ha citato il funzionario dicendo che gli inviati dell'Unione Europea avevano deciso di congelare i beni in Europa di Putin e del suo ministro degli Esteri Sergey Lavrov, mentre il Financial Times ha riferito che Putin e Lavrov non sarebbero stati soggetti a un divieto di viaggio, indicando la volontà dell'UE di mantenere la porta della diplomazia aperta.

terzo pacchetto di sanzioni contro la Russia

Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel ha affermato - in dichiarazioni a Bruxelles - che è in arrivo un terzo pacchetto di sanzioni contro la Russia e ha aggiunto che la sofferenza degli innocenti deve essere fermata.


La dichiarazione di Michel è arrivata prima di una riunione di emergenza dei ministri degli Esteri dell'Unione europea e poche ore dopo un vertice dei leader dell'UE durante il quale è stato approvato un nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia.

Mentre il ministro delle finanze tedesco Christian Lindner ha affermato che i paesi dell'Unione europea studieranno tutte le possibili sanzioni contro la Russia, un portavoce del governo tedesco ha affermato che la sospensione del sistema finanziario "Swift" avrebbe effetti significativi sull'economia del paese, mentre il ministro della Difesa britannico Ben Wallace ha dichiarato che il suo paese vorrebbe isolare la Russia dal sistema finanziario SWIFT.

D'altra parte, la presidente del Consiglio della Federazione Russa (la camera alta del parlamento russo) Valentina Matvienko ha annunciato oggi, venerdì, che Mosca ha preparato un pacchetto di sanzioni di ritorsione e che conosce le debolezze dell'Occidente, poiché mettilo. Matvienko ha affermato che la Russia si è preparata bene alle sanzioni e ha adottato tutte le misure precauzionali.


E i leader dei paesi dell'Unione Europea hanno imposto un nuovo pacchetto di sanzioni alla Russia per l'invasione dell'Ucraina, e hanno affermato che le ripercussioni delle sanzioni su Mosca sarebbero enormi e pericolose.


Conversazioni con Kiev

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto che la Russia è pronta a inviare una delegazione a Minsk, in Bielorussia, per colloqui con l'Ucraina, il giorno dopo che Mosca ha lanciato un'invasione su larga scala del suo vicino meridionale.

Peskov ha detto alle agenzie di stampa russe che la Russia è pronta a inviare una delegazione che includa funzionari dei ministeri degli esteri e della difesa, aggiungendo che il disarmo dovrebbe essere una parte essenziale di questo. Mentre Reuters ha riferito che l'Ucraina ha manifestato la propria disponibilità a discutere dichiarandosi un Paese neutrale.


Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato venerdì che la risposta europea all'invasione russa è stata "troppo lenta" e ha chiesto che tutte le misure di risposta fossero messe "sul tavolo".

"Come ti difenderai se sei così lento ad aiutare l'Ucraina?", ha chiesto Zelensky in una nuova dichiarazione. "Cancellazione dei visti per i russi? Recidere i legami di Swift (il sistema bancario globale della Russia)? Isolamento completo della Russia? Richiamare ambasciatori? Embargo petrolifero? Oggi tutto dovrebbe essere sul tavolo perché questa è una minaccia per tutti noi, per l'intera Europa ."

Zelensky ha esortato l'Europa a muoversi rapidamente

Zelensky ha esortato l'Europa a muoversi rapidamente e con più forza per imporre sanzioni a Mosca per la sua invasione dell'Ucraina e ha accusato gli alleati occidentali di fare politica in un momento in cui le forze russe avanzavano su Kiev.


Nello stesso contesto, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha affermato che la reazione dell'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO) e dei paesi occidentali all'attacco della Russia all'Ucraina non è stata decisiva, aggiungendo che spera che il vertice dell'alleanza di oggi si traduca in un approccio più assertivo .


"L'Unione Europea e tutte le mentalità occidentali non hanno mostrato una posizione seria e ferma. Danno costantemente consigli all'Ucraina, dai consigli non è possibile ottenere nulla. Quando cerchiamo i passi che sono stati presi, non vediamo alcun ”, ha detto ai giornalisti.


Fonte: Al Jazeera + agenzie

author-img
news trading hosting

Commenti

google-playkhamsatmostaqltradent