news trading hosting

feed

sarah palin today | #sarahpalin

Home page

 Sarah Palin vive la fantasia dei media di destra in tribunale Spencer Platt/Getty .

Dopo una miriade di ritardi e un attacco di COVID-19, l'ex governatore dell'Alaska Sarah Palin ha testimoniato giovedì nella sua causa per diffamazione contro il New York Times, un caso raro che offre a uno sbruffone di destra la possibilità di sferrare un duro colpo contro la libertà di stampa. Prendendo posizione alla corte federale di Manhattan.



 Palin non ha perso tempo a diventare biblica dalla sua autodefinita "scatola delle penalità" per descrivere in dettaglio una battaglia con la carta del record che, secondo lei, ha danneggiato la sua reputazione. (Mi sentivo impotente), ha detto ai giurati giovedì Palin, che indossava una giacca bianca e pantaloni neri, aggiungendo: Sapevo di essere contro Golia... ed ero David.

 Spiegando la sua decisione di intentare una causa contro il Times, che lei (come molti conservatori) ha affermato  si è presa molte libertà e non è stata sempre sincera.

 la Palin ha detto di aver pensato a  quali erano le pietre che David avrebbe potuto usare contro Golia .

 Quella pietra, ha spiegato l'ex candidata alla vicepresidenza, era la sua causa per un editoriale del 2017 intitolato America's Lethal Politics. Prima di essere corretto, il pezzo collegava erroneamente il comitato di azione politica dell'ex governatore dell'Alaska e la sua retorica alla sparatoria di massa in Arizona del 2011 che uccise sei persone e ferì gravemente l'allora deputata Gabrielle Giffords.

 Eccomi qui [a] Wasilla, in Alaska, contro coloro che comprano inchiostro a botte, ed ero lassù con la mia matita numero 2, ha aggiunto la repubblicana mentre descriveva di sentirsi impotente di fronte all'editoriale del Times. 

È difficile appoggiare la testa sul cuscino e passare notti riposanti quando sai che si dicono bugie su di te, una bugia specifica che non sarebbe stata aggiustata, che causa un po' di stress…. 

Quindi sì, è difficile dormire bene la notte. Palin, tuttavia, ha ammesso di non ricordare di aver parlato con nessuno dei suoi amici e familiari più cari dopo l'editoriale. 

Ha anche notato che non ha cercato cure mediche per le sue notti irrequiete, né ha contattato direttamente il Times per chiedere una ritrattazione.


google-playkhamsatmostaqltradent