last posts

Bando 2023 Marchi+: Guida Completa agli Incentivi per la Tutela dei Marchi all'Estero

 Bando 2023 Marchi+: Guida Completa agli Incentivi per la Tutela dei Marchi all'Estero

Il Bando 2023 Marchi+ ūüĆć √® una straordinaria opportunit√† per le Piccole e Medie Imprese (PMI) italiane desiderose di proteggere i propri marchi all'estero. Con l'apertura dello sportello il 21 novembre, si offre la possibilit√† di accedere a sostanziosi contributi per garantire la tutela dei marchi e il loro riconoscimento internazionale.

Comprendere il Bando Marchi+: Cosa Rappresenta, Chi Può Accedervi e i Contributi Offerti

Le agevolazioni di questo bando sono destinate alle imprese che, al momento della richiesta, soddisfano i requisiti di ammissibilit√† stabiliti nell'articolo 3 del bando stesso. √ą essenziale che tali imprese abbiano sia sede legale che operativa in Italia. Le persone fisiche e i liberi professionisti non rientrano tra i beneficiari, ad eccezione delle imprese individuali che rispettano tutti i criteri richiesti.

Il programma prevede contributi a fondo perduto per la registrazione dei marchi dell'Unione Europea presso l'Euipo e dei marchi internazionali presso l'Ompi. Questi sostegni possono coprire fino all'80% delle spese per i marchi dell'UE e fino al 90% per quelli internazionali.

Novità Introdotte nel 2023 e Limitazioni da Considerare

Le principali novit√† del bando 2023 riguardano la presentazione delle domande (articolo 7 del bando), il riferimento al deposito dei marchi a partire dal 1° gennaio 2020 (articolo 3 del bando) e l'obbligatoriet√† del Codice Unico di Progetto (CUP) per tutte le pratiche (articolo 7 del bando).

L'importo massimo riconosciuto per impresa √® di 25.000 euro, rimanendo entro i limiti europei de minimis. √ą importante sottolineare che le spese ammissibili devono essere state fatturate a partire dal 1° gennaio 2020 e comunque prima della presentazione della domanda di partecipazione. Non sar√† accettata la spesa fatturata da un soggetto diverso da quello che ha effettivamente svolto le attivit√† e i servizi.

Responsabilità delle Imprese Beneficiarie e Modalità di Presentazione delle Richieste

Le imprese beneficiarie devono inserire il Codice Unico di Progetto (Cup) su tutte le fatture, altrimenti la spesa non sarà considerata ammissibile. Il procedimento per l'inserimento del Cup deve seguire scrupolosamente le indicazioni fornite dall'Agenzia delle Entrate nella risposta n. 438/2020.

Per fare richiesta, è necessario utilizzare il portale www.marchipiu23.it. Le domande possono essere presentate dalle ore 9:30 alle ore 18 del 21 novembre 2023. In caso di disponibilità finanziarie residue, le richieste potranno essere inoltrate anche nei giorni lavorativi successivi, dal lunedì al venerdì, fino all'esaurimento dell'importo disponibile. L'assegnazione dei contributi seguirà l'ordine cronologico di presentazione delle richieste.




Domande Frequenti (FAQ)

1. Chi può beneficiare del Bando Marchi+?
Le PMI con sede legale e operativa in Italia, che rispettino i requisiti di ammissibilità stabiliti.

2. Qual è l'importo massimo di contributo per impresa?
L'importo massimo è di 25.000 euro, nel rispetto dei limiti europei de minimis.

3. Cosa comporta l'obbligo del Codice Unico di Progetto (CUP)?
L'inserimento del CUP su tutte le fatture è essenziale per l'ammissibilità della spesa.

Conclusioni

Il Bando 2023 Marchi+ rappresenta un'importante occasione per le PMI italiane di tutelare i propri marchi sul mercato internazionale. Con contributi sostanziali e regole chiare, si apre la strada per una maggiore sicurezza e visibilità per le imprese che ambiscono a un riconoscimento globale dei propri prodotti e servizi. Accedere a questo bando significa investire nella protezione del proprio patrimonio aziendale e nello sviluppo internazionale del marchio.

Hashtag:

#Marchi2023 #PMIitaliane #InternazionalizzazioneMarchi


Commenti



Font Size
+
16
-
lines height
+
2
-