Avverte di frode prima che accada... un #applicazione che raggiunge un milione di diffusione in #Cina

 Avverte di frode prima che accada... un'applicazione che raggiunge un milione di diffusione in Cina

L'app ufficiale cinese per lo yuan digitale è visibile su un telefono cellulare posizionato di fronte a un'immagine della bandiera cinese, in questa immagine illustrata scattata il 16 ottobre 2020. REUTERS/Florence Lo/Illustrazione

Le autorità ufficiali sono riuscite a utilizzare i social media per creare un'immagine pubblica più positiva dell'applicazione del "Centro nazionale antifrode" (siti di comunicazione)





PECHINO - Chen Guoping, un comune ufficiale di polizia, presta servizio a Qinhuangdao, nella provincia di Hebei, nel nord della Cina. Contrariamente all'atmosfera tranquilla che caratterizza la città costiera, la vita di Chen sembra tumultuosa sulle piattaforme dei social media; Passa ore in diretta a parlare di criminalità informatica ed è determinato a "salvare il pubblico cinese dalle frodi online", afferma.


L'ufficiale di polizia cinese, che di solito appare nei suoi abiti ufficiali, racconta decine di storie di frode a cui le persone sono state sottoposte, causandone la perdita di migliaia, spiegando che non hanno scaricato l'applicazione "Centro nazionale antifrode" sui loro telefoni cellulari , che può avvisare di frodi che possono essere commesse da account personali o siti Web.



Come funziona l'applicazione

Il Dipartimento investigativo criminale del Ministero della Pubblica Sicurezza cinese, che ha sviluppato l'app, afferma che integra varie funzioni come il caricamento di rapporti, la segnalazione di prove, l'avviso di frode, la verifica dell'identità e la propaganda antifrode; È progettato per ricordare agli utenti di sospette attività fraudolente in varie forme, tra cui telefonate, messaggi di testo o app e siti Web sospetti.


L'applicazione fornisce anche un comodo servizio di segnalazione nel caso in cui gli utenti siano vittime di attività sospette durante la loro vita quotidiana. Nell'app sono incluse anche decine di lezioni antifrode.



L'applicazione può eseguire la scansione dei contenuti degli smartphone e quindi identificare le applicazioni fraudolente sospette installate nel telefono.


China Central Broadcasting Corporation afferma che il paese ha gestito circa 185.000 casi di frode nelle comunicazioni tra gennaio e luglio di quest'anno, con un aumento del 40% rispetto allo scorso anno. Quasi 247.000 sospetti criminali sono stati arrestati e i casi a giugno e luglio hanno visto un drammatico calo del 12%.


primo posto

Il British Financial Times ha riferito che l'applicazione è installata su 200 milioni di telefoni cellulari in Cina, mentre il quotidiano cinese, Global Times, ha affermato che l'applicazione è al primo posto nell'elenco dei download nell'app store iOS in Cina.


La polizia cinese sta portando avanti campagne che includono luoghi di lavoro, scuole e università in tutte le province cinesi per spiegare il meccanismo di funzionamento dell'applicazione e ha invitato i cittadini a installarla nei propri telefoni cellulari "per garantire la sicurezza dei beni delle persone e ridurre il numero di casi di frode elettronica", secondo quanto pubblicano i dipartimenti competenti attraverso i propri account ufficiali sui social network cinesi. .



La polizia cinese, attraverso queste piattaforme, riporta le esperienze di persone che sono state defraudate in assenza dell'applicazione. Gli utenti di Internet hanno fatto circolare una storia pubblicata dalla polizia di un uomo della provincia di Shandong (Cina orientale) che ha cancellato l'applicazione dopo averla trovata "fastidiosa", poiché l'applicazione "gli ricorda che questa persona potrebbe essere un truffatore ogni volta che parla con un conoscente ." Ma - dopo aver cancellato la domanda - è stato truffato e gli ha preso 200.000 yuan (31.000 dollari), secondo il quotidiano "China News".


Gli agenti di polizia espongono i loro occhiali intelligenti basati sull'intelligenza artificiale a Luoyang, provincia di Henan, Cina, 3 aprile 2018. Foto scattata il 3 aprile 2018. REUTERS/Stringer ATTENZIONE EDITORI - QUESTA IMMAGINE È STATA FORNITA DA TERZI. CHINA OUT.Polizia cinese: il motivo dei tanti casi di frode è il mancato download dell'applicazione del "Centro nazionale antifrode" (Reuters)

Il segreto della rapida diffusione

L'agente Chen Guoping - che è diventato il volto della campagna del governo sui social media per incoraggiare il download dell'applicazione - è riuscito a mobilitare le celebrità di Internet, soprattutto attraverso la piattaforma Douyin, la versione cinese dell'applicazione Tik Tok.


I media statali hanno riferito che una delle trasmissioni in diretta dell'ufficiale lo scorso settembre ha attirato circa 38 milioni di telespettatori e 100 milioni di like in una sera.


Secondo Jian Lin - coautore del libro "Entertainment on Social Media in China" - le autorità ufficiali sono riuscite a utilizzare i social media per creare un'immagine pubblica più positiva di questa applicazione.


Ha aggiunto che la co-pubblicazione dell'app è "un modo utile per gli influencer di convincere i propri follower che rappresentano - o almeno si conformano alle aspettative - delle autorità", descrivendolo come una sorta di "fedeltà performativa".


Nonostante l'ampia diffusione dell'applicazione, sono emerse alcune preoccupazioni sulla privacy degli utenti. Ma la pagina di download nell'App Store specificava una politica sulla privacy dell'utente, che afferma che "la raccolta e l'uso delle informazioni personali saranno pienamente conformi ai principi di protezione dei diritti e degli interessi personali", secondo il Global Times cinese.


Fonte: Al Jazeera

Reactions:
author-img
news trading hosting

Commenti

google-playkhamsatmostaqltradent